Sei qui
Home > Campionato 2017/2018 > La capolista si dimostra più forte, ma in campo scene difficili da commentare

La capolista si dimostra più forte, ma in campo scene difficili da commentare

Campionato Prima Categoria Gir.C
Scandriglia vs Settebagni 2-1 (De Cesaris Lorenzo)

La partita ha una trama molto semplice, il Settebagni si dispone in attesa mentre lo Scandriglia, alla ricerca dei tre punti, si riversa all’attacco. Dopo 30 minuti la squadra di casa trova numerose difficoltà a scalfire la difesa biancorossa ben coperta dalla retroguardia. La prima occasione capita sui piedi di Fia che si fa prendere dalla fretta e spara lontano dallo specchio una palla invitante servitagli all’interno dell’aria del portiere di casa. Lo Scandriglia inizia ad innervosirsi, prende una traversa ma nient’altro. In campo si alzano i toni per i padroni di casa che iniziano a millantare gomitate, pizze in faccia dei calciatori biancorossi, rei esclusivamente di marcare in modo attento e stretto i propri avversari. Al 35′ cambia la partita. Il fischietto non perdona Amicizia e concede il secondo giallo; questa circostanza manda in confusione gli ospiti che mentre si riposizionano in campo in modo disorganizzato subiscono la rete dell’1-0. Finita? neanche per sogno. La squadra di mister Tramati continua a resistere e riesce a ripartire bene trovando molto spazio sulla fascia destra con Seri e sulla fascia sinistra con Abate.
Prima della fine del primo tempo il giocatore di casa Sciarra viene espulso per comportamento antisportivo, infatti l’arbitro dopo averlo graziato su una prima reazione, non può chiudere un altro occhio quando prima spintona e poi calcia un giocatore biancorosso, lontano dalla palla.

Si torna in parità numerica, ma è una situzione molto instabile infatti dopo pochi minuti del secondo tempo, Paci entra in modo scomposto su un atleta dello Scandriglia chiedendo immediatamente scusa, ma questo non basta. Il numero 5 biancorosso prima viene espulso e poi viene aggredito da tutta la squadra ospite. Entra in campo la panchina dello Scandriglia e subito dopo la panchina biancorossa. Si accendono capannelli che sono difficili da spegnere e volano colpi che l’arbitro non ha il coraggio di sanzionare.
Nel comunicato emerge un’espulsione per una giornata per il secondo portiere baincorosso e una squalifica fino all’11 febbraio per un calciatore della panchina dello scandriglia reo di aver tentato di colpire con un calcio un giocatore avversario.
Si vede di tutto in 5 minuti e l’arbitro perde il controllo della gara. Dopo l’evento, in 9 contro 10 il Settebagni decide di uscire allo scoperto e invece di chiudersi inizia a giocare a viso aperto. La  partita, nonostante l’inferiorità numerica, è equilibrata con occasioni da entrambi i lati dato gli spazi che si presentano per le offensive delle due parti.
Un altro episodio che cambia il match si segnala al 20′ del secondo tempo quando Fia sbaglia un passaggio arretrato verso il portiere Mercurio che si trasforma in un assist per l’esterno dello Scandriglia che fa il 2-0.
Finita? Ancora no, anzi esce il carattere degli ospiti che continuano a crederci e ad attaccare. A pochi minuti dal 90′ arriva il gol del 2-1 grazie al colpo di petto di De Cesaris. Nei minuti finali i padroni si mettono paura e si chiudono nella loro area con i biancorossi ad attaccare in modo forsennato. La superiorità della squadra di casa viene fuori e alla fine il risultato più giusto è la vittoria dello Scandriglia.
Sicuramente, come nei grandi match, gli episodi hanno fatto la differenza.
Gli episodi extra calcio vengono più volte condannati dalla società biancorossa che tramite il suo profilo facebook ci tiene a sottolineare i valori e lo spirito che l’hanno sempre contraddistinta.

MIGLIORE IN CAMPO: Belli voto 7.5

Lascia un commento

Top