Sei qui
Home > Campionato 2017/2018 > Un’impresa da rimandare: Spagnoli tenta il blitz ma cade nella trappola del Tor Di Quinto

Un’impresa da rimandare: Spagnoli tenta il blitz ma cade nella trappola del Tor Di Quinto

CAMPIONATO JUNIORES ELITE girone A

Settebagni vs Tor di Quinto 1-3 (Britelli F.)

Un’impresa sfiorata quella che è andata in scena al campo Angelucci di Settebagni. Anche se il risultato sembra raccontare un’altra partita, la squadra biancorossa mette in seria difficoltà gli ospiti, i quali nei primi 20 minuti rischiano in due occasioni prima di veder poi battere sulla propria traversa un gran tiro a giro di Merciari. Probabilmente il rumore del legno fa svegliare i campioni d’italia, capaci di ribaltare gli esiti del match in pochi minuti realizzando ben 3 gol prima della fine del primo tempo. Le reti messe a segno dai blaugrana sono figlie di tre disattenzioni della difesa messa in campo da mister Spagnoli, poco attenta e deconcetrata in tutte le fasi del gioco. Non è il reparto difensivo a faticare quanto la fase difensiva del Settebagni che soffre e infatti i cambi operati tra primo e secondo tempo danno maggior equilibrio ai padroni di casa che trovano il gol della speranza con il colpo di testa di Britelli su punizione del solito Merciari. Il Settebagni diventa padrone del campo e riesce ad imbucare sulla fascia la freccia veloce Britelli, oggi capitano del Settebagni. I tentativi della squadra di mister Spagnoli durano poco perchè il Tor di Quinto inizia a spezzare il gioco commettendo un gran numero di falli, fastidiosi e nel caso di Tonanzi antisportivi. Un comportamento che non ci si aspetta da una squadra campione d’Italia, me purtroppo spesso si perde di vista il contesto in cui ci si trova e ci si scorda che si sta giocando una partita di calcio. Da sottolineare il rientro in campo di E. De Paolis; per lui pochi minuti che però danno speranza in vista del futuro per rivederlo al 100% e trascinatore di questa squadra.

Un risultato che deve insegnare, un risultato che dimostra una fase difensiva su cui lavorare duramente e ricorda che ogni partita va giocata per 95 minuti al massimo delle proprie possibilità e allora si che si può battere chiunque.

Lascia un commento

Top