Sei qui
Home > campionato 2016/2017 > Albertini:”Grazie al mister Massimi ho scoperto qualità che non pensavo di avere ma sono convinto di poter migliorare ancora tanto sotto diversi punti di vista”

Albertini:”Grazie al mister Massimi ho scoperto qualità che non pensavo di avere ma sono convinto di poter migliorare ancora tanto sotto diversi punti di vista”

Parola al difensore centrale classe 98′ della Juniores Elite, Valerio Albertini, esempio per tutti nello spogliatoio e leader in campo. Il “biondo” parla della sua esperienza nella Juniores dello scorso anno e del suo grande miglioramento nella stagione in corso; non manca un pizzico di rammarico per un finale di campionato che sarebbe potuto essere ancor più magico e un grazie speciale al mister Massimi.Il futuro?La priorità rimane il Settebagni.

Addetto Stampa: Sei stata la sorpresa più grande di questa stagione soprattutto pensando allo scorso anno in cui hai trovato poco spazio. Qual è stata l’arma vincente per riproporti a questi livelli?

 

Valerio Albertini: Penso che ciò che abbia fatto più di tutto il resto la differenza sia stata la voglia di migliorarmi allenamento dopo allenamento anche quando trovavo poco spazio. Grazie al mister Massimi ho scoperto qualità che non pensavo di avere ma sono convinto di poter migliorare ancora tanto sotto diversi punti di vista. Penso anche che abbia influito su questa mia crescita il fatto di sentire la fiducia di tutti fin dalla prima partita di campionato, questo mi ha dato la forza di allenarmi sempre al massimo e crescere tecnicamente e mentalmente.
Addetto Stampa: Ai nastri di partenza ci si sarebbe aspettata una squadra che avrebbe trovato grande difficoltà per salvarsi ed invece avete stupito tutti. Di chi sono i maggiori meriti di questa splendida cavalcata?
Valerio Albertini: Abbiamo fatto un buon campionato per quanto ci si aspettasse da noi inizialmente. Sono convinto che l’aver in squadra molti di quelli che avevano trionfato nei regionali abbia influito molto, ma è stato fondamentale l’apporto sia dei nuovi arrivati che dei ’99 con cui siamo riusciti a creare un gruppo solido e unito. Gran merito della stagione secondo me va anche al mister Massimi che in momenti difficili della stagione è riuscito, soprattutto attraverso il suo carisma, a darci la carica giusta per risalire la china. Rimane per quanto mi riguarda (ma penso di portare la voce dello spogliatoio), un po’ di rammarico perchè approcciando e gestendo diversamente determinate partite avremmo potuto toglierci qualche soddisfazione in più dal momento che per un periodo abbiamo addirittura guardato tutti dall’alto.

Addetto Stampa: Sei stato impiegato nella difesa a 4 e nella difesa a 3; in quale schieramento ti trovi meglio?

 

Valerio Albertini: Fino allo scorso anno avevo sempre giocato centrale di una difesa a 4 con compiti più di copertura che di marcatura. Quest’anno abbiamo alternato il sistema a 3 con quello a 4 e devo dire che mi sono trovato molto bene da centrale dei 3 in quanto il ruolo da leader difensivo mi ha entusiasmato parecchio. Ci sono differenze abbastanza importanti tra il sistema a 3 e quello a 4 e penso che conoscerli entrambi possa essere un ottimo punto di partenza per una crescita futura.
Addetto Stampa: Adesso per te si auspica il passaggio in prima squadra. Hai già pensato a questa eventualità e soprattutto hai già deciso se legare nuovamente il tuo cuore ai colori biancorossi?
Valerio Albertini: La mia intenzione è sempre stata e rimane quella di legarmi a questi colori il più a lungo possibile. A Settebagni ho trovato una famiglia che, seppur con le sue imperfezioni, mi ha fatto tornare la voglia di dare il massimo in campo. Sono passato per gli allievi, poi per la juniores e ora è il momento di una nuova avventura che spero di poter affrontare. So che inizialmente sarà difficile trovare spazio ma darò il massimo per farmi trovare pronto in qualunque occasione mi venga concessa.

Lascia un commento

Top